Parla

by Cinzia Mai

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €8 EUR  or more

     

1.
02:59
2.
3.
03:06
4.
03:13
5.
03:41
6.
03:36
7.
8.
9.
03:29
10.
02:37

credits

released March 15, 2013

Produzione artistica e arrangiamenti: Roberto Pace
Mixato da: Alberto "Skizzo" Bonardi presso EMIT Milano
Mastering: Maurizio Giannotti presso NEW MASTERING Milano
Foto: Valentina Sommariva
Artwork: Gianfranco Enrietto
abiti e accessori: Petite Fabrique

voice: Cinzia Mai
piano & kbs: Roberto Pace
bass & double bass: Cristiano Reibaldi
guitar: Gianmarco Trevisan
drums: Luca Conti
on track 10 - clarinet: Paolo Tomelleri

tags

tags: pop Milan

license

all rights reserved

about

Cinzia Mai Milan, Italy

Cinzia, perchè è il mio nome, Mai perchè è un assoluto.

contact / help

Contact Cinzia Mai

Streaming and
Download help

Track Name: Parla
Chiara mi ha detto ieri sera
ti ha visto fare shopping insieme a Manuela
Eri sorridente e vestita di blu
pensavo mi chiamassi e invece tu
Tu vai a spasso, a mangiare il gelato, a farti le unghie, al supermercato
Ti fidi degli altri e parli di te
Con me fai l’offesa ma dimmi perché

Parla A A A parla A A A parla. Parla con me.
Parla A A A parla A A A parla. Parla con me.

Sono due mesi che non ti vedo
Stai ancora con Marco e non lo sapevo
Mi ha detto Lucia che te la sei presa
da quando ti ho detto che sono in attesa…
In attesa di andare dal parrucchiere, cambio colore taglio e mestiere
curo le mani, rifaccio il trucco
ma non volevo cambiare del tutto!

Parla A A A parla A A A parla. Parla con me
Parla A A A parla A A A parla. Parla con me

Laura mi ha detto stamattina
ti ha visto andare a spasso insieme a Caterina
Salutando le hai chiesto di me “ Da tempo non la sento, sai com’è…”
Com’è che non mi chiami, com’è che non rispondi,
com’è che se mi vedi tu prendi e ti nascondi
Com’è che hai ancora il mio maglione blu
Sai, non dovrebbe piacerti più!

Parla A A A parla A A A parla. Parla con me.
Parla A A A parla A A A parla. Parla con me.
Track Name: Lacrime di marmellata
I piatti sono caldi ad asciugare
Intanto aspetti che ti venga fame
Versi vino e bevi solo acqua
E parli alla finestra con la gatta.

Oggi la tua rabbia non ti salva
Dal desiderio di essere lontana
Lontana dalla tua cucina bianca
E libera di amare chi ti ama

Asciugherò le tue lacrime di marmellata
Ti canterò perché per me sei come cioccolata
E mangerò insieme a te il tuo dispiacere
Cucinerò i tuoi sogni e poi ti porterò a bere.

Sei Alice che si perde per le strade
E assaggia per il gusto di sapere
Ma hai messo troppo pepe nel mio piatto
Sai bene che potrebbe non piacere

Sei così buona per andare a male
Come il latte fresco e il buonumore
Hai calde mani brave ad impastare
Ma hai messo il cuore nel congelatore

Asciugherò le tue lacrime di cioccolata
Ti canterò perché per me sei panna montata
E mangerò la tua rabbia con piacere
Cucinerò i tuoi guai e poi ti porterò a bere…
Track Name: Candidi echi
Nell’erba a rincorrer conigli
tra l’alba ed i grilli
a fare rumore tra il freddo e il calore
ti piaceva guardarmi e ridere in fretta
per non farti vedere.

Più assurdo non sarebbe stato
rincorrersi ciechi a perdifiato
e non trovare la strada e non trovare la via
e dormire su un fiore
o bellezza mia.

Candidi echi stasera
di dolcissime canzoni.
dagli inganni e le illusioni.

E vieni a rotolarti accanto a me
fino ai margini del fiume,
saltiamo il fosso insieme
e se cadiamo amore
non ho paura della fame, del silenzio o del rumore.

Cerchiamo casa insieme,
o meglio due ma non lontane
ne avremo di tempo per conoscerci bene
e intanto fare e rifare l’amore.

Candidi echi stasera
di dolcissime canzoni.
Spogliati amore stasera
dagli inganni e le illusioni.
Track Name: Disegnami
In mezzo al mio disordine trovo le tue mani
le vedo abbandonarsi sopra ai miei vestiti sparsi
di verde le hai colorate perché è il colore che più ci piace
di blu le ho immaginate perché è il colore per cui le ho amate.

Disegnami come mi vedi
e sfuma un po' di rosso la mia pelle
con i tuoi baci.

segui le mie linee e accendi con il tratto più leggero il desiderio
Disegnati accanto a me e immagina uno sfondo, se dietro c'è.

E dentro una cascata di colori ritrova noi
Riposa le tue mani sui miei fianchi e colma quei contorni ancora bianchi
E dentro una cascata di colori ritrova noi
E ferma le tue mani sulle forme dei nostri corpi stretti tra le ombre...


In mezzo al mio disordine trovo le tue mani
di verde le hai colorate perché è il colore che più ci piace.

E dentro una cascata di colori ritrova noi
Riposa le tue mani sui miei fianchi e colma quei contorni ancora bianchi
E dentro una cascata di colori ritrova noi
E ferma le tue mani sulle forme dei nostri corpi stretti tra le ombre...
Track Name: Cado
Cado,
dal rischio alla paura
questa vita è troppo dura per potersi trattenere.
Cado ed è un sollievo così grande
sentirsi scivolare sotto l’aria che non sostiene.
Io cado ma a me sembra di volare
sopra il resto della gente
che s’aggrappa a un filo a niente.

Cado,
dall’illusione alla realtà
e la differenza è un salto a cui nessuno pensa.
Cado, prendo un respiro e tocco il fondo
apro i miei occhi e guardo il mondo
che è così bello anche da qui.
Io cado ma a me sembra di nuotare
in questo mare trasparente
con il corpo con la mente.

E’ bello risalire
un volo senza ali
è una paura troppo grande
da seguire da capire.

È bello risalire
a piedi nudi per la strada
ovunque sono ovunque vada
Tanto tornerò a cadere

Cado,
dal rischio alla paura
questa vita è troppo dura per potersi trattenere.
Cado ed è un sollievo così grande
sentirsi scivolare sotto l’aria che non sostiene.
Io cado ma a me sembra di volare
sopra il resto della gente
che s’aggrappa a un filo a niente.

E’ bello risalire
un volo senza ali
è una paura troppo grande
da seguire da capire.

È bello risalire
a piedi nudi per la strada
ovunque sono ovunque vada
Tanto tornerò a cadere

Cado.
Track Name: Basterà
Non ho un vaso dove mettere i fiori colorati che ho comprato
Mentre passeggiavo stanca
Al ritorno da lavoro
Poi li ho visti galleggiare dentro ad un supermercato.

Non ho un vaso
Dove mettere i pensieri e affogarli ad uno ad uno
Per potermi dedicare a tutti, a niente ed a nessuno
Poi riguardo le mie mani mentre stringono la spesa.

Non ho un vaso
Per metterci l’amore
Che stasera t’ho comprato
Dedicandoti ogni fiore

Non ho un vaso
Per metterci ogni fiore
Che stasera t’ho comprato
Dedicandoti il mio amore

Basterà anche una bottiglia
Di quelle di plastica dell’acqua minerale
Basterà anche una bottiglia
Per rendere speciale
Quello che agli occhi di tutti è normale

Non ho un vaso dove mettere i fiori colorati che ho comprato
Mentre passeggiavo stanca
Al ritorno da lavoro
Poi li ho visti galleggiare dentro ad un supermercato.

Non ho un vaso per potermici tuffare
Coi miei fiori , coi miei guai
Coi miei deboli successi, i miei credo ed i miei eroi
Per sentirmi galleggiare e fingere di essere al mare

Non ho un vaso
Per metterci l’amore
Che stasera t’ho comprato
Dedicandoti ogni fiore

Non ho un vaso
Per metterci ogni fiore
Che stasera t’ho comprato
Dedicandoti il mio amore

Basterà anche una bottiglia
Di quelle di plastica dell’acqua minerale
Basterà anche una bottiglia
Per rendere speciale
Quello che agli occhi di tutti è normale
Track Name: Allo Specchio
L'inverno tarda ad arrivare
ma tu combatti il freddo che ti gela le parole
e soffri nel vedere con quanta beatitudine
la gente si riposa e si riscalda al sole

Di notte i sogni sono come ghiaccio
e ti bagnano la fronte lucida per il sudore
ti svegli a bere la tua volontà
di rimanere sola tra lenzuola e le tue verità.

Verrà a svegliarti l'autunno
e a tingerti gli occhi di un altro colore
verrà a bagnarti la pioggia
nasconderà le lacrime dentro a una goccia
verrà a scoprirti il vento
e sotto i tuoi vestiti troverà la gioia ed il tormento

Ti guardi dolcemente allo specchio
e accarezzi con lo sguardo ogni piccolo difetto
ti trovo così bella, così sincera
ora che la vita fa da scudo alla paura
Sorgi in un mattino sopra il mare
e splendi come mai farebbe il sale
hai in bocca le parole che mi mancano
e fumi l'aria che sto respirando, cantando...

Sei così limpida dopo l'estate
Sei così limpida dopo l'estate
e sento risuonare l'eco delle tue risate
Sei così limpida dopo l'estate...
scandisco ancora il tempo delle tue risate.
Track Name: Ti porterò lontano
Come schegge di pioggia allagano la campagna
Come nebbia sottile scende nel lago e si bagna
Come due piccole frecce di luce nel cielo più buio
Così prometto staremo insieme in un posto sicuro

AAAA io ti porterò lontano
Lontano dov’è lontano lo sapremo solo noi
AAAA io ti porterò lontano
E lontano dov’è lontano lo sapremo solo noi

Come nuvole bianche di sogno somigliano a neve
Come nell’acqua le gocce di sale si fondono insieme
Come due teneri semi in un letto di terra scura
Io ti prometto vivremo insieme senza paura

AAAA io ti porterò lontano
Lontano dov’è lontano lo sapremo solo noi
AAAA io ti porterò lontano
E lontano dov’è lontano lo sapremo solo noi.
Track Name: Piedi
La notte che porta consiglio
dove ti deve cercare
Da quando dormi di giorno
E non fai più neanche un sogno.

Sola non devi restare
Lo sai all’equilibrio fa male
Perdersi dietro alle stelle
e non voler neanche quelle.

Ascoltati e non ascoltare
I desideri degli altri
Ricordati quello che conta
Il sole ogni sera tramonta.

Vedi vedi, i tuoi castelli di carte colorate
Vedi vedi, le tue macchie di luce sulla pelle
Vedi vedi, i tuoi desideri scritti sui palazzi
Vedi vedi che resti in piedi.

La notte che porta consiglio
Ora ti viene a cercare
Nei sogni che fai ad occhi aperti
All’ombra dei tuoi desideri.

Hai piedi per correre altrove
Non chiederti dove
Vai a cercare le stelle
Non troverai solo quelle.

Prendi la vita che hai
Portala a vivere fuori
Ricordati quello che conta
Il sole ogni sera tramonta.

Vedi vedi, i tuoi castelli di carte colorate
Vedi vedi, le tue macchie di luce sulla pelle
Vedi vedi, i tuoi desideri scritti sui palazzi
Vedi vedi che resti in piedi.
Track Name: La Strada
La strada
che faccio ogni giorno
non cambia mai
stessa andata e ritorno

mi porta via
ma mai troppo lontano
conosco la meta ormai
e così vado piano.

La immagino già
rossa e piena di foglie
il vento le butta di lato
e c’è chi le raccoglie.

La notte è lucida
e risplende l’asfalto
c’è una luce tiepida
che la scalda dall’alto.

E mi inganna ancora
ogni giorno è diversa
ma son io che cambio
lei è sempre la stessa.

Fuori mi attende
fredda bianca irreale
sotto un manto di neve
mano a mano scompare.